In libreria: “Carne cruda: Giardini delle delizie” (2016) di Richard Laymon e Caleb Battiago

Layout 1Cut-Up Publishing, nella collana Incubazioni ideata e curata da Stefano Fantelli, presenta Carne Cruda: Giardini delle delizie, due novelle inedite dai vincitori del Bram Stoker Award® Richard Laymon e Caleb Battiago. La copertina è firmata da George Cotronis, le illustrazioni interne sono state realizzate da Giampaolo Frizzi e Ynfidel.

Titolo: CARNE CRUDA: Giardini delle delizie| Autori: Richard Laymon, Caleb Battiago | Formato: 14×21, 200 pagine, b/n, brossurato con alette | Editore: Cut-Up Publishing, collana Incubazioni | Prezzo: € 16,00 | EAN: 9788895246628

RASTRELLAMENTO – Virus Black Widow di Richard Laymon: In un mondo post-apocalittico in cui gran parte dell’umanità è stata contagiata dal “Black Widow”, un virus che scatena una inarrestabile follia sessuale e omicida, Mike Phipps e la sua squadra si trovano coinvolti in una missione di rastrellamento, per eliminare più “drooler” possibile. In uno scenario cruento, grottesco e avvolto dalle fiamme dell’unica soluzione finora trovata al contagio, la morte è sempre dietro l’angolo…

a

AREA 52 – La Fabbrica delle Puttane Zombie di Caleb Battiago: Parigi Sud-5, il brutale Hyper-Bronx della distopica, apocalittica Parigi del ventitreesimo secolo, ospita l’Area 52, una struttura segreta che sperimenta un sistema di clonazione accelerato, dedicato a rifornire di operatrici semi-umane il mercato del sesso, sempre più esigente, messo a dura prova dal serial killer chiamato ‘Il Santo’ che fa strage di prostitute mettendo in crisi il business della criminalità, guidato da Big Blue e dai suoi sanguinari luogotenenti.

Estratto dalla novella ‘Rastrellamento’ di Richard Laymon dal capitolo ‘Drooler di Topaia’

Uno ancora vivo cercò di attaccare Mike Phipps quando buttò giù con una spallata la porta della stanza 214. Cose del genere gli erano già successe tante altre volte, ma non mancavano mai di ridurgli lo stomaco in gelatina liquida. Il drooler non era rimasto illeso quando la forza d’attacco principale era passata di lì. Era stato colpito da qualcosa, di sicuro. Ai riflessi rossastri e danzanti del fuoco che illuminavano la stanza dalla finestra, Mike riuscì a vedere che si teneva in mano il groviglio delle budella, strisciando oltre l’angolo del letto e sollevando un coltello da macellaio che sembrava essere stato già usato su qualcuno. «Vieeeeeni da papà», mugolò, con la schiuma alla bocca. Mike si lasciò sfuggire un gemito. Dio, se odiava quel genere di cose. Mirò contro di lui e lo inondò di liquido infiammabile. Il getto di fuoco del lanciafiamme illuminò a giorno la stanza. Il drooler, in fiamme dalla testa ai piedi, strillò e barcollò all’indietro, mollando il coltello, mollando le viscere. I suoi intestini si sparsero sul pavimento, sfrigolando e schioccando come salsicce sulla piastra. Colpì con le gambe il bordo del letto e inciampò, finendo sul materasso. Alla luce del rogo umano, Mike controllò il resto della stanza. Vicino all’armadio aperto era distesa una donna nuda. Un buco in testa, probabilmente opera del gruppo principale. E qualcuno nel frattempo aveva approfittato per assaggiarla. Mike puntò il lanciafiamme su di lei e la avvolse in un sudario di fuoco. (…)

b

Estratto dalla novella ‘Area 52’ di Caleb Battiago dal capitolo ‘Il Santo’

Tutti parlano del Santo, a Parigi Sud 5, lo smembratore delle puttane. Sta diventando un serio problema per il business di Big Blue e la sua organizzazione di sciacalli. La sua scuderia di troie e T-Girl si sta assottigliando sempre più; proprio ieri il Santo ha fatto a pezzi due delle sue puttane più richieste. Patma, altare di carne a cinque stelle, con la sua terza tetta che fatturava quanto una piccola fabbrica di polverizzazione di ossa, è stata trovata nel suo appartamento di Rue Saint Colombe, dove mendicano i preti cattolici castrati sopravvissuti alla purga finale, con le budella che penzolavano flaccide sul lampadario di dilitio, trasformate in morbide e gocciolanti stalattiti di carne che aspettano di essere allungate dalle dita della gravità per liquefarsi sul pavimento, le gambe come nuovo supporto biologico di un tavolo nel soggiorno, inchiodate con cura al liscio piano di sferax con staffe a pressione innestate nella carne, la testa riccia mozzata sul balcone, con la calotta cranica sagomata con cura e gerani di gomma che spuntano dai capelli, la lingua blu che sporge dalla bocca come una lumaca, porosa come le sinto-fragole giganti del mercato di Rambuillet, ripiene di antimonio, che sembra smozzicare, mimare le lettere degli ultimi pensieri, quelli che si soffiano fuori quando si passa dall’altra parte, tipo ‘porca puttana l’inferno puzza più delle fogne di questo quartiere’, e la celebre terza tetta abilmente rimossa, che ora langue in un piatto nella sua acqua di silicone e di sangue. Sembra una mozzarella intrisa nella sua stessa roba. (…)

GLI AUTORI

laymon_2Richard Laymon, uno dei maestri dello splatterpunk, vincitore del Bram Stoker Award® e di molti altri premi internazionali, tra le sue opere: The Cellar (1980), The Beast House (1986), Flesh (1987), Midnight’s Lair (1988), The Stake (1990), Island (1991), Endless Night (1993), In the Dark (1994), Quake (1995), Bite (1996), The Midnight Tour (1998), The Traveling Vampire Show (2000).

ManzettiCaleb Battiago, pseudonimo di Alessandro Manzetti, unico autore Italiano vincitore del Bram Stoker Award® e più volte finalista a diversi premi internazionali, tra le sue opere: Naraka (2013), Shanti (2014), Venus Intervention (2014), Monster Masters (2015), Kannibalika (2015), Eden Underground (2015), The Monster, the Bad and the Ugly (2016), Sacrificial Nights (2016).